Tiziano Ruggeri

BIO E INFO:

Nato a Roma il 19-02-1978 inizia lo studio della tromba all’ età di 10 anni alla Scuola Popolare di Musica di Testaccio sotto la guida di Silverio Cortesi.

Oltre che con Cortesi segue vari seminari tra cui quelli con Cicci Santucci e Oscar Valdambrini.

Dai 16 anni comincia a fare le prime esperienze musicali con organici della scuola e non solo. Collabora infatti con i Mariachi Romatitlan, gruppo di musica messicana, con cui comincia a suonare in rassegne di musica sud americana,apparizioni televisive e nelle ambasciate messicane in Italia e in Grecia.

Contemporaneamente suona anche nella Big Band della scuola di testaccio nella quale avrà modo di esibirsi con artisti del calibro di Marvin Stamm e Vince Benedetti e dove, grazie a Claudio Pradò e a musicisti come Claudio e Mario Corvini, aumenta la sua passione per i grandi organici.

Dal 1995 al 1997 suona anche con il gruppo Synaulia fondato da Walter Maioli con cui si esibisce in svariate manifestazioni di archeologia sperimentale svolte in Olanda, nei musei di Leiden e Amsterdam, in Germania e negli anfiteatri di Monaco, Trier, Xanten e Aalen, e poco dopo ( 1999-2001) fa la sua prima esperienza televisiva entrando a far parte per due anni dell’ orchestra di Sarabanda.

Iniziano le prime esperienze anche in gruppi ristretti, incide infatti il disco “ecch” a nome di Fabrizio La Fauci e a nome di Angelo Schiavi incide un altro cd con il già menzionato Vince Benedetti con i quali si esibirà al festival Jazz&Wine di Montalcino nel 2005 in orchestra e nel 2006 in quintetto. Collabora spesso con il sestetto di Maurizio Urbani con cui si esibisce alla Palma e alla Casa del Jazz in più di una occasione e, con la partecipazione di John Ramsey ,tengono un altro concerto al Felt con una riedizione tutta italiana dei jazz messengers (C.Conti-a.sax/T.Ruggeri-trp/M.Urbani-tsax/A.Beneventano-p/V.Florio-cb/J.Ramsey-drm)

Durante tutto questo periodo collabora con diverse formazioni e musicisti:dall’ orchestra di Marco Omicini,con la quale si esibiscono talvolta con Eddie Henderson e George Garzone, all’orchestra di Mario Raja con la quale suona in festival come Celimontana,Viggiano e la notte bianca a Roma, fino ad una breve apparizione alla festa del primo maggio con Vinicio Capossela.

Collabora inoltre con formazioni dirette da Bruno Biriaco, Piero Quarta, Franco Micalizzi e Mauro Andreoni con il quale registra alcuni brani inseriti poi nel suo cd “Big Bambino” e con la PMJO diretta da Maurizio Giammarco con la quale ha  il piacere di suonare  nel 2006 al festival jazz di Bergamo con  ospite Martial Solal e in altre occasioni all’auditorium di Roma con ospiti Riccardo Del Frà; Bob Brookmeyer ; Amy Stewart………

Nel 2004 fa parte dell’orchestra stabile della trasmissione “Nessun dorma”  di Paola Cortellesi, e in altre invece in veste di sostituto (“Amore mio….diciamo così”,”I raccomandati”,”nel nome del cuore”….).

Nel 2005 decide di formare insieme a Carlo Conti quello che sarà poi il loro quintetto, I Conti Ruggeri.

Suonano nella maggior parte dei locali romani e in altre rassegne ( Festival Esperanto/Vieni in Provincia Festival-Villa Borghese Roma/Garbatella/Monterotondo/Latera in jazz/Fara Sabina…) proponendo esclusivamente brani originali di fattura bop-hard bop incisi nel disco “Cabosong” pubblicato dalla Philology.

Nel Marzo 2007 partecipa per la prima volta all’incisione di alcuni brani free e non solo su un disco di Maurizio Urbani con la partecipazione di vari musicisti tra cui Antonello Salis.

Nel periodo maggio-giugno 2007 ha partecipato al musical “Cabaret” con M.Hunziker al teatro Sistina di Roma e nello stesso anno collabora sporadicamente con l’orchestra di Gerardo di Lella con cui tiene due concerti al Bebop con ospiti i Neri per caso.

Entra poi a far parte dell’ Orchestra Nazionale Italiana del Jazz con cui si esibisce in  locali,teatri e scuole della capitale e suona in un paio di occasioni con la Gang di Emanuele Basentini.

Nel 2008 continuano i concerti con “i Conti Ruggeri”  al Dune al Bebop e in altri locali o manifestazioni e partecipa allo spettacolo di Enrico Montesano “Stasera che sera, un giorno all’asta” che tiene al teatro Team di Bari e ad Orbetello.

Negli ultimi anni si sono aggiunte collaborazioni con : la Lake jazz orchestra,di prossima uscita il cd “Mission impossibile”; con il Fabrizio D’Alisera quintet, il disco “Mr jobhopper” , da circa un anno e mezzo condivide il progetto ACUD quartet, con Piersimone Crinelli e i fratelli Stefano e Andrea Nunzi, di cui è appena uscito il loro primo lavoro discografico.

 

 

 



ALBUM PUBBLICATI: