Vincenzo Lucarelli

BIO E INFO:

Nato a Roma nel 1971,

Inizia a studiare piano jazz nel 1987 con Paolo Tombolesi e successivamente con Giovanni Ceccarelli.

Nel 1994 frequenta i corsi di perfezionamento di Siena Jazz studiando pianoforte con Mauro Grossi.

Nel 1998 vince al seminario europeo “Euromeet” di Castelfranco Veneto, una borsa di studio per la Manhattan School of Music di New York dove studia pianoforte con Gary Dial, arrangiamento con Mike Abene, musica d’insieme con Cecil Bridgewater, Steve Slagle e Nancy Marano .

Nel 2001 consegue il Bachelor of music.

Durante il suo soggiorno in America ha la possibiltà di suonare in numerosi locali con musicisti affermati della scena newyorkese.

Prima di rientrare in Italia registra a Ljublijana, in Slovenia, il disco “Road people” con il contrabbassista Matej Hotko.

Tornato a Roma nel 2003 incide il suo primo disco New Cycle Mood per la Splas(h) con Daniele Tittarelli al sax alto, Giambattista Gioia al flicorno, Vincenzo Florio al contrabbasso e Marco Valeri alla batteria.

Tornato in Italia sono molte le partecipazioni a festival musicali e i concerti nei locali più noti della capitale con collaborazioni illustri:

nel luglio 2004 ha la possibilità di farsi conoscere e apprezzare a livello internazionale: New Cycle Mood viene presentato, in anteprima mondiale, al Jerusalem Festival, unico festival palestinese di musica che si svolge nella parte Est di Gerusalemme. Nella suggestiva cornice del teatro “Tombs of Kings” il gruppo di Vincenzo Lucarelli, con la partecipazione del sassofonista Mauro Verrone, ha rappresentato l’Italia per la prima volta nei 12 anni di vita del festival.

In agosto suona con Steve Grossman durante la rassegna Segni di jazz.

Nel settembre del 2005, durante la notte bianca di Roma, alla Casa del Cinema, presenta una serie di classici del jazz dedicati alla notte e al cinema, con ospite Sandro Deidda al sax. Il concerto si è svolto durante la consegna del Premio “Anna Magnani” all’attrice francese Charlotte Rampling.

Nel maggio del 2006 ha presentato nel noto locale romano ”La Palma” il disco New Cycle Mood.

Nel luglio dello stesso anno ha suonato al Festival Molise Cinema con il suo trio.

A febraio 2007 ha suonato all’ ”A-trane” di Berlino con il trio del batterista Philipp Bernhardt.

Durante la stagione 2007-2008 ha suonato stabilmente nell’orchestra Nazionale di Jazz diretta da Angelo Schiavi.

Nell’estate 2009 ha partecipato al festival jazz di Montecarlo(Lucca) con il gruppo della cantante Marta Capponi, e ha collaborato stabilmente con il sestetto di Maurizio Urbani e il quartetto di Giambattista Gioia.

Sono in corso di pubblicazione due nuovi dischi: Double Check per la Caligola con Michele Polga, Mauro Verrone, Giambattista Gioia, Marco Loddo, Gerardo Bartoccini, Armando Sciommeri e Massimiliano De Lucia e Campogrande in Jazz, in trio con Gerardo Bartoccini e Armando Sciommeri, un disco composto interamente di brani del compositore Nicola Campogrande riletti in chiave jazzistica.

 

Il pianista romano Vincenzo Lucarelli ha scelto di studiare negli Stati Uniti dove ha trascorso alcuni anni presso la Manhattan School of Music di New York, dopo i corsi con Garry Dial. Il risultato delle sue esperienze si trova sintetizzato in questo CD. La sua musica ha poco a che vedere con il tipico jazz made in Italy: si tratta di jazz con le radici nel mondo afroamericano, pieno di swing e di carica ritmica, di fantasia improvvisativa e di sapienza armonica. (Vittorio Lo Conte -- All about jazz) http://www.allaboutjazz.com/italy/reviews/r1004_041_it.htm

…Lucarelli draws a lot from the style of Herbie Hancock circa his Blue Note period, but he has listened closely to McCoy Tyner also. (Larry Hollis - Cadence)

Un disco in cui Lucarelli dimostra le sue doti di pianista e autore di temi efficaci, e che mette in valore i componenti del gruppo, tutti di alto livello. (Adriano Mazzoletti-Il Tempo)



ALBUM PUBBLICATI: